Vi abbiamo raccontato dove siamo arrivati con la Corte di Quarto, oggi proviamo a scrivervi cosa rappresenta.

La Corte di Quarto non è solo un progetto, non sarà solo una casa. È prima di tutto una speranza: la speranza di poter offrire ai bambini e famiglie vulnerabili la possibilità di un futuro migliore. È questo l’obbiettivo per il quale lavoriamo: offrire un aiuto concreto e costante che sia di sostegno, ma anche punto di ripartenza.

È impossibile vincere le grandi scommesse della vita senza correre dei rischi e le più grandi scommesse sono quelle relative alla casa e alla famiglia.”Teddy Roosevelt

Non è solo un progetto, non sarà solo una casa. Vogliamo renderla un faro, sia per chi sta cercando un porto sicuro a cui attraccare, sia per chi ha bisogno di luce per navigare nella notte. Vogliamo che sia allo stesso tempo guida e destinazione.

“La casa è un rifugio dalle tempeste, da qualsiasi tipo di tempesta.”William Bennett

Non è solo un progetto, non sarà solo una casa. La Corte di Quarto sarà la corte (anche) dei bambini. L’animeranno e l’ameranno, di questo ne siamo sicuri. Ci immaginiamo già infinite partite a pallone con i “fratellini” di CasArché e le mamme e gli educatori che avranno l’arduo compito di dare il triplice fischio finale. Grande festa alla Corte di Quarto!

“I bambini illuminano veramente una casa. Non spengono mai le luci!” Ralph Bus

Non è solo un progetto, non sarà solo una casa. Luci, gas, acqua, infissi, il vestito della Corte di Quarto sta prendendo forma e ormai mancano solo le ultime cuciture. Ancora qualche mese e potrà finalmente essere indossato, ma per riempirlo servono le persone. Ci siamo quasi!

“Un’abitazione è fatta con muri e travi; una casa è costruita con amore e sogni.” – Ralph Waldo Emerson