“Ho sognato un luogo dove la fraternità è possibile, un microcosmo dove l’accoglienza è spinta verso il domani, dove la religione non diventa un diaframma che separa, ma vita spirituale e umana, dove la diversità di lingua e di cultura sono ricchezza e bellezza. Un luogo di bene comune.” (padre Giuseppe Bettoni)

Immagine | @clappstar